L’IMPEGNO DEI GIOVANI IN POLITICA: UN SEGNO MOLTO POSITIVO CHE FA BEN SPERARE PER IL FUTURO.

Di Walter Cabasino

Martedì 6 settembre si è svolto a Pula il congresso cittadino che ha eletto a Segretario del Circolo PD di Pula Emanuele Olla.

Della direzione faranno parte un gruppo di giovani che, come già preannunciato dal Segretario,  saranno componenti della nuova Segreteria. In un periodo dove si registra un sempre più evidente allontanamento dalla politica, laddove, anche nei giovani, si percepisce addirittura  un sentimento di  antipolitica piuttosto preoccupante, è doveroso salutare la rinnovata costituzione di un Circolo Politico, auspicando che divenga presto una fucina di idee e un luogo dove potersi esprimere e confrontare liberamente. L’incontro tra giovani che vogliono  fattivamente creare condizioni più favorevoli per il loro stesso futuro, è un fatto molto positivo che consentirà di fare proposte utili  alla crescita  globale della nostra comunità.

Ho letto con attenzione la relazione programmatica del nuovo Segretario: senza scendere nei particolari che si  potranno autonomamente valutare dopo la lettura dell’allegato documento, mi è sembrata molto equilibrata, ricca di spunti positivi che andranno, naturalmente, ben sviluppati e arricchiti di ulteriori elementi.  

Per quanto riguarda la figura del Segretario, senza ombra di dubbio  è ricoperta da una persona cui non mancano requisiti  all’altezza del prestigioso ruolo. Emanuele, infatti,  oltre l’indiscutibile e comprovato  spessore professionale e culturale, sa ben coniugare elementi quali la  moderazione, la capacità di ascolto, una inderogabile autonomia di pensiero, e ha già maturato importanti esperienze nella politica e nella vita amministrativa locale.

Il Segretario e il gruppo di giovani che lo affiancano, quindi,  in prospettiva, dovranno avere la capacità di confrontarsi e di mediare con le altre forze politiche presenti nel territorio.

Per l’aspetto più strettamente politico,  il nuovo Segretario, facendosi promotore  di iniziative pubbliche da cui dovranno scaturire proposte che riguardano vari ambiti della nostra comunità,  sarà certamente di stimolo per contribuire alla risoluzione delle numerose criticità che stringono il nostro territorio, risoluzioni ad oggi solo percepite  in percorsi sottotraccia, appena enunciati, ben lontani da essere definiti  e ancor meno dal divenire operativi .

In  questo percorso che ha portato alla nascita  del rinnovato Circolo PD, con la contestuale  individuazione unitaria ed elezione del nuovo Segretario, si è registrata purtroppo una nota stonata: la componente del Partito che fa riferimento alla figura del Sindaco di Pula, minoritaria rispetto all’altra che ha avuto i numeri per eleggere il Segretario, nonostante la mediazione del Segretario Provinciale,  ha ritenuto di non inserire alcun esponente che la rappresentasse nella nuova direzione. Pur nel rispetto della scelta fatta, personalmente considero questo fatto, più che altro,  un’opportunità sprecata. Peccato.   Sono più che mai convinto, per la logica dei numeri, che seppure in un contesto in cui si è in minoranza e non si possono ricoprire ruoli di vertice, tutti siano utili, e tutti sono chiamati a dare un  contributo se l’obiettivo di fondo è quello di costruire qualcosa di importante in cui si crede. Evidentemente c’è una diversa sensibilità nelle posizioni, e ne prendo atto.

Oltre a ciò, vi è da sottolineare  il retroterra politico-amministrativo legato al rinnovo del Circolo: per la componente minoritaria, sarebbe stata l’occasione per ricucire un rapporto  di collaborazione usurato, che già appariva senza via d’uscita prima di ieri, e da ieri lo è ancora di più.  Come è noto, una situazione molto pesante che ha portato l’Amministrazione a vivere alla giornata.

In conclusione, vorrei ringraziare Emanuele e il Segretario Provinciale per la fattiva disponibilità a promuovere la mediazione tra le parti, tenendo  a precisare che le  valutazioni che ho più sopra esposto sono  del tutto personali.

E al neo Segretario Cittadino del PD Emanuele Olla e ai giovani eletti nella Direzione, vada un grande in bocca al lupo e i migliori auguri di buon lavoro.

p.s.: Per chi volesse leggere per intero la relazione programmatica, come ho già detto,  alla presente è allegato il file integrale della relazione del Segretario.

Walter Cabasino

Relazione Emanuele Olla

 

3 COMMENTI

  1. “E’venuto il momento delle accelerazioni, dobbiamo dire con chiarezza da che parte stiamo”. Ecco, da che parte state? Potevate mandare a casa l’attuale governo locale e non l’avete fatto, lasciando allo sbando il Comune. Ma d’altronde le azioni vengono mosse dalle campagne elettorali e non dall’interesse della comunità: ci rifacciamo una verginità con un super exploit nel PD (che, poveracci, avevano bisogno di pescare fuori per beccare qualche faccia “nuova”), facciamo passare un po’ di tempo così la gente si dimenticherà della precedente tornata elettorale, e grazie ai nuovi sponsor potremmo addirittura vestire presto la fascia tricolore.

  2. Gent/mo Hello. Ben vengano i giovani che si vogliono impegnare in politica, perche’ essere critici a priori? Per quanto riguarda la posizione di Emanuele nell’attuale maggioranza, ho sempre apprezzato la rivendicazione di una sua autonomia di pensiero rispetto a un modo di fare che non ha condiviso e a un programma che stentava e che stenta a concretizzarsi, senza parlare poi della scala di priorita’ delle azioni amministrative. Il nuovo ruolo gli dara’ sicuramente piu’ autorevolezza per rimarcare le sua posizione rispetto alla maggioranza senza mancare di azioni propositive e di stimolo. Se l’attuale Amministrazione e’ in braghe di tela non sara’ solo ed esclusivamente colpa degli altri, ad oggi, basta vedere quanto e’ stato attuato del programma. Per quanto riguarda “le facce nuove” in politica, mi sembra che ne abbiano bisogno in molti compresi quelli che per eta’ anagrafica pensano di averla ma poi ” nei fatti”, sono il peggio della vecchia politica. Poi per quanto riguarda la fascia tricolore, saranno gli elettori a decidere. Walter Cabasino.

LASCIA UN COMMENTO